In rete il nuovo fascicolo del Periodico

Il fascicolo che completa l’annata 2017 del Periodico di Matematiche è ora integralmente disponibile alla lettura degli iscritti Mathesis.

È un fascicolo speciale di 176 pagine. Vi trovano posto le trattazioni specialistiche che spaziano nei vari settori della matematica, ma anche saggi, articoli e intermezzi pluridisciplinari attinenti a letteratura e scienza in generale, storia, filosofia, didattica, notizie varie. Per quanto concerne i processi di insegnamento e apprendimento, nell’editoriale, fra varie suggestioni, si profila che è tempo per la matematica di un approccio didattico nuovo. Un approccio che tragga forza dall’essenza della natura meta-disciplinare della matematica e si ponga come “via regia” al meta-learning, ovvero campo privilegiato per l’acquisizione da parte dei giovani di oggi, nativi digitali “bicefali”, della disponibilità a ragionare, riflettere e sapersi rapportare, imparare cioè a vivere utilizzando la testa di carne e non solo quella di silicio “lo smartphone fra le mani”.

Nel fascicolo sono ricordate tra l’altro due ricorrenze significative che interessano rispettivamente la scuola e la matematica: il bicentenario della nascita di Francesco De Sanctis (1817-1883), Ministro della Pubblica Istruzione dell’Italia unita, e il centenario della morte di Georg Cantor, che il 6 gennaio 1918 nella clinica psichiatrica in cui era ricoverato abbandonò la vita terrena, lasciando in dono ai matematici di poter godere del Paradiso che aveva creato per loro. Trova spazio in questo numero anche la prima parte di una ricerca problematica, stimolante sotto molteplici punti di vista, sulla presenza della matematica in ambito religioso e della religione in ambito matematico.

Il fascicolo riporta anche i lavori vincitori del premio Rizzi 2017 sui temi “Dai numeri alle formule attraverso le figure” e “Gli origami che magia …. impariamo la geometria” con elaborati dei quali sono autrici, rispettivamente, Maria Indirli e Annarita Giovannangelo.

Infine, le copertine del fascicolo riportano il mazzocchio sia nei disegni di Paolo Uccello sia nella raffigurazione presente sul sito web Mathematical Art Galleries. Ispirato dai lavori di Leonardo da Vinci, quel modello di mazzocchio figurerà come icona dell’arte della prospettiva nell’annuale mostra organizzata da The Bridges Organization sui collegamenti matematici in arte, musica, architettura, istruzione e cultura, che quest’anno avrà luogo a Stoccolma nel prossimo mese di luglio.

Dalla Mathesis auguri di buona lettura.

 
 

Share this Post



 
 
 
 

Leave a Reply

 
 
Caricando...