HomeMatematica e Società

La resilienza: moda e necessità

C’è un PNNR che sta per Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza e anche i giovani si vogliono resilienti. Moda e necessità.

Four-dimensional Education

La “resilienza”: una riflessione, forse, utile, per i docenti di matematica e fisica.

Nella tecnologia, la “resilienza” r è la capacità di un materiale di resistere a deformazioni o rotture dinamiche, rappresentata dal rapporto tra il lavoro W occorrente per rompere un’asta di tale materiale e la sezione S dell’asta stessa:
r=\frac{w}{s}
L’unità di misura della resilienza, nel S.I., è il “joule per metro quadrato” [J/m2] o, il che è lo stesso, il “newton per metro”
[N/m].
Nel tessile, la “resilienza” è la capacità di un filato o di un tessuto di riprendere la forma originale dopo una deformazione.

BIBLIOGRAFIA

  1. T. DE MAURO, Il dizionario della lingua italiana. Paravia, Milano, 2000
  2. G. DEVOTO – G. C. OLI, Vocabolario Illustrato della Lingua Italiana. Vol II. Selezione del Reader’s Digest, Milano, 1979
  3. A. Ferraro, Dizionario di metrologia generale. Zanichelli, Bologna, 1965

Autore

  • Domenico Bruno

    È nato a Catania il 19/10/1941. Maturità classica nel 1959 presso il liceo “N. Spedalieri” di Catania. Laurea in Fisica (indirizzo generale) nel 1963 presso l’Università di Catania, discutendo la tesi “Annichilazione di positroni nei metalli” Abilitazione all’insegnamento di Matematica e Fisica nel 1964. Docente di Matematica e Fisica nei Licei per 18 anni. Dirigente Tecnico del MIUR per 26 anni: 1 a Bologna, 2 a Firenze e 23 a Palermo. In pensione dall’ 1/11/2008. Ha fatto parte per diversi anni del gruppo incaricato di preparare la prova scritta di Matematica per gli esami di Stato di Liceo Scientifico.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0