HomeDidattica

Spunti per l’elaborato del colloquio di maturità classica

Esame di Stato 2021 – Indirizzo Liceo classico: spunti per l’elaborato di Latino e Greco in prospettiva multidisciplinare. L’apporto della matematica.

Esame di Stato è vera Scuola, se  è occasione,
oltre che per valutare,
per avviare ai  veri valori.

 “Non vitae, sed scholae discimus” – Lucio Anneo Seneca

Avvertenza

“Non scholae, sed vitae discimus”: questo motto latino corrente è rovesciato rispetto alla frase originale riportata in epigrafe,  tratta da un’epistola  in cui Seneca, nel rivolgersi a Lucilio, biasima chi purtroppo sciupa un bene prezioso come il tempo, imparando per la scuola e non per la vita.

Stranamente la citazione errata ricorre anche nel Vocabolario on line Treccani, ove si legge:

“non scholae sed vitae discimus … (lat. “non impariamo per la scuola ma per la vita”) – Sentenza tratta da un passo di Seneca (Epist. 106,11) che lamenta il modo di insegnare dei suoi tempi; si cita per affermare che nell’insegnamento si deve mirare alla formazione degli scolari più che al fine immediato delle necessità della scuola”.

In realtà Seneca con la sua frase rimprovera con l’amico anche se stesso per la mal controllata tendenza a disperdere lo studio in elucubrazioni irrilevanti.

Con gli esempi qui proposti di sviluppo multidisciplinare di argomenti si intende fornire una serie di spunti per elaborazioni personali, che potranno ovviamente assumere forme anche marcatamente diverse. Il primo argomento è stato sviluppato con maggiore ampiezza, mentre per gli altri le indicazioni sono alquanto frammentarie come occasione per personali integrazioni e stimolo a personali invenzioni. Comunque il suggerimento è far convergere l’attenzione verso un nucleo centrale, relativo alle discipline di indirizzo, aperto a espansioni e intersezioni non forzate verso altre discipline.

È importante per lo studente  rendersi conto che comprendere realmente  parole come democrazia, bellezza, donna, scelte fra le tante possibili, significa riconoscerle intrise di storia, dense di autentici valori esistenziali, aperte all’impegno di condivisione con gli altri.

Ogni parola rinvia a un complesso problema.

Ciò vale anche per ogni altra parola che racchiuda in sé un mondo da esplorare. La prova d’esame, per quanto breve ne sia la durata, può essere il momento della vita in cui il giovane intuisce l’autentico valore di tutti i suoi precedenti anni di studio.

Naturalmente lo sviluppo del discorso espositivo ed argomentativo esige il ricorso a un uso critico delle informazioni da attingere con particolare riguardo a quelle disponibili in rete.

Dobbiamo purtroppo lamentare una carenza relativa agli impianti curriculari degli indirizzi di studio umanistici. La scuola italiana è in cronico ritardo sull’introduzione delle scienze umane fra le discipline di studio. Al rigonfiarsi ipertrofico di certi programmi fa riscontro l’assenza di elementi di psicologia, sociologia, antropologia, semiologia, e quant’altro. Per non parlare dell’assenza della musica. Forse la musica potrebbe essere trattata nell’ambito della storia dell’arte.

Per quanto riguarda il Liceo classico, occorre notare altresì come la matematica rimanga spesso, se non sempre, scollegata dalle altre discipline.

La creazione di un elaborato per l’esame si presenta come occasione per rimediare a questa carenza.

Per il candidato la discussione dell’argomento dopo averlo preparato significherà soprattutto prendere cognizione della propria maturazione umana, alla quale le  misurazioni mediante test sono estranee e antitetiche.

L’auspicio è che gli esempi qui forniti relativamente allo specifico indirizzo classico possano essere di qualche utilità anche per indirizzi nei quali il greco e il latino non siano contemplati.

Gli Argomenti

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0