HomeInsegnamento

Su una formula scoperta da Archimede

Riflessioni su una formula scoperta da Archimede: la somma dei quadrati dei primi n numeri naturali.

Archimede

Tutti conoscono la formula:

1^{2}+2^{2}+3^{2}+......+(n-1)^{2}+n^{2}=\frac{1}{6}n(n+1)(2n+1)

dove n  è un qualsiasi numero naturale non nullo.

Essa è stata ampiamente utilizzata, soprattutto nel periodo del Rinascimento europeo, prima dell’invenzione del calcolo integrale, per dimostrare formule di aree e volumi.

Ma forse non tutti sanno a chi va il merito di averla scoperta, fornendone enunciato e dimostrazione. Ebbene, a giudizio dell’autore dell’articolo, questo merito va ascritto ad Archimede e nell’articolo se ne fornisce una spiegazione. Insieme ad altre cose.

Ecco il testo dell’articolo

Autore

  • Laureato in matematica presso l'Università di Messina. Ha insegnato matematica e fisica nei licei. Dal 1985 Dirigente superiore per i servizi ispettivi del MPI è stato responsabile della Struttura Tecnica Esami di Stato per il settore matematico e fisico. Ha tenuto corsi all'università e conferenze in numerosi convegni. È autore di saggi e libri di testo.

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0