HomeMatematica e Società

La Giornata mondiale dei bambini e la matematica

Oggi, 25 maggio 2024 la celebrazione cattolica della prima Giornata Mondiale dei Bambini che proseguirà anche domani.

Mentre nel mondo continuano a morire bambini vittime di crimini di guerra, orrenda violazione di quanto loro riconosciuto nella Giornata Mondiale dei Diritti dei Bambini celebrata ogni anno il 20 novembre per iniziativa dell’ONU – Organizzazione delle Nazioni Unite, Papa Francesco ha stabilito la data del 25 maggio 2024 per la celebrazione cattolica della prima Giornata Mondiale dei Bambini, che si prolungherà anche nel giorno successivo.

Con l’occasione non abbiamo saputo resistere all’idea di sottoporre a diverse applicazioni dell’Intelligenza Artificiale la seguente domanda:

È possibile stabilire un rapporto fra la Giornata Mondiale dei Bambini e la matematica?

Come si vedrà, alcune applicazioni hanno confuso la Giornata dell’ONU con la Giornata del Papa, non essendo aggiornate fino alla data di quest’ultima, ma ciò non importa ai fini della risposta alla domanda. Naturalmente ci aspettavamo una risposta affermativa, essendo animati dall’intenzione di dimostrare quanto la matematica sia pervasiva nella nostra realtà. Non tutte le applicazioni interpellate si sono espresse però in modo corrispondente all’attesa, come nel caso di You.com:

You.com

“La Giornata Mondiale dei Bambini è una giornata dedicata alla promozione dei diritti dei bambini in tutto il mondo. Non sembra esserci un rapporto diretto tra questa giornata e la matematica, in base alle informazioni disponibili nei risultati di ricerca. I risultati si concentrano principalmente sulla celebrazione della giornata, sull’importanza dei diritti dei bambini e sulle iniziative per promuovere il loro benessere e la loro protezione.”

Copilot, pur concordando con You.com nel non riconoscere un collegamento diretto fra la Giornata Mondiale dei Bambini e la matematica, ha fornito ragguagli su iniziative già in atto e iniziative da prendere per l’occasione circa il coinvolgimento dei bambini in attività matematiche:

Copilot

“La Giornata Mondiale dei Bambini è un evento speciale che celebra i bambini di tutto il mondo. Organizzata dal Vaticano, si terrà a Roma il 25 e 26 maggio 2024. Durante questi giorni, i bambini avranno l’opportunità di partecipare a diverse attività e di condividere un messaggio di pace [VEDI]. Tuttavia, non sembra esserci un collegamento diretto tra questa giornata e la matematica. D’altra parte, esistono altre iniziative legate alla matematica che coinvolgono i bambini. Ad esempio, il World Maths Day (giornata mondiale della matematica) è una sfida globale online in cui i bambini di tutto il mondo risolvono problemi di aritmetica. Questo evento promuove l’amore per i numeri e l’apprendimento matematico [VEDI]. Inoltre, il 14 marzo, noto come pi-greco day, è anche la Giornata della Matematica. In questa data (scritta come 3.14 nel formato anglosassone), si celebra la bellezza e l’importanza della matematica per un mondo migliore [VEDI].

Se desideri coinvolgere i bambini nella matematica in occasione della Giornata Mondiale dei Bambini, potresti organizzare attività educative o giochi che stimolino il loro interesse per questa materia. La matematica è uno strumento potente per comprendere il mondo e risolvere problemi, e coinvolgere i bambini in attività matematiche può essere un modo divertente per celebrare questa giornata speciale.”

Altre applicazioni hanno risposto affermativamente come nel caso di Aria:

Aria

“La Giornata Mondiale del Bambino, celebrata il 20 novembre di ogni anno, si concentra sull’importanza di proteggere i diritti dei bambini e garantire loro un futuro migliore. Se vogliamo stabilire un rapporto tra la Giornata Mondiale del Bambino e la matematica, possiamo considerare diversi aspetti:

  • Educazione matematica: garantire che tutti i bambini abbiano accesso a un’educazione di qualità, compresa l’istruzione matematica, è fondamentale per il loro sviluppo. La matematica aiuta i bambini a pensare in modo critico, risolvere problemi e sviluppare capacità logiche.
  • Statistica e dati: la raccolta e l’analisi di dati sono importanti per monitorare il benessere dei bambini in tutto il mondo. La matematica e la statistica sono fondamentali per comprendere e affrontare questioni come la povertà infantile, l’istruzione e la salute.
  • Advocacy e consapevolezza: utilizzare dati e statistiche matematiche può aiutare a evidenziare le sfide che i bambini affrontano in diverse parti del mondo, contribuendo a sensibilizzare l’opinione pubblica e a promuovere azioni concrete per proteggere i loro diritti.

In conclusione, la matematica può svolgere un ruolo importante nel garantire un futuro migliore ai bambini, fornendo strumenti per comprendere, analizzare e affrontare le sfide che devono affrontare.”

Chatsonic, al pari di Aria, ha fornito indicazioni utili per stabilire il rapporto richiesto nella domanda:

Chatsonic

“La Giornata Mondiale dei Bambini, celebrata il 20 novembre, è un’occasione importante per promuovere i diritti dei bambini e sensibilizzare sull’importanza del loro benessere. Inoltre, la matematica può giocare un ruolo significativo nello sviluppo e nell’educazione dei bambini. Ecco alcuni modi in cui la matematica e la Giornata Mondiale dei Bambini potrebbero essere collegate:

  1. Educazione matematica: promuovere l’importanza dell’istruzione matematica di base per i bambini, in modo che possano acquisire competenze fondamentali per affrontare sfide quotidiane e sviluppare il pensiero critico.
  2. Gioco e apprendimento: utilizzare giochi e attività legate alla matematica per coinvolgere i bambini in modo divertente ed educativo, incoraggiandoli a esplorare concetti matematici in modo pratico e creativo.
  3. Equità ed accesso: sostenere l’accesso equo all’istruzione matematica per tutti i bambini, indipendentemente dalla loro provenienza o situazione economica, in linea con i principi di equità sottesi alla Giornata Mondiale dei Bambini.
  4. Sviluppo cognitivo: riconoscere il ruolo della matematica nello sviluppo delle abilità cognitive dei bambini, come il problem solving, l’analisi critica e la capacità di ragionamento logico.

In definitiva, la matematica può essere un elemento chiave nel garantire un futuro migliore ai bambini in tutto il mondo, contribuendo al loro sviluppo individuale e alla costruzione di società più inclusive e consapevoli dei diritti dell’infanzia.”

La risposta di Gemini si distingue perché particolarmente articolata ed estesa, grazie anche al collegamento stabilito con la Giornata Internazionale della Matematica – Pi Greco Day:

Gemini

“Sebbene non esista una giornata ufficiale dedicata congiuntamente ai bambini e alla matematica, si possono individuare interessanti connessioni tra i due temi, in particolare se consideriamo la Giornata Internazionale della Matematica che si celebra il 14 marzo.

  1. Sviluppo cognitivo e pensiero critico

La matematica riveste un ruolo fondamentale nello sviluppo cognitivo dei bambini. Fin dalla tenera età, esperienze matematiche adeguate supportano la crescita di abilità cruciali come:

  • pensiero critico e risoluzione di problemi: la matematica insegna ai bambini a scomporre problemi complessi in passaggi più piccoli e gestibili, ad analizzare dati e a sviluppare strategie per trovare soluzioni efficaci. Queste abilità sono preziose non solo per il successo scolastico, ma anche per affrontare le sfide della vita quotidiana.
  • ragionamento logico e pensiero creativo: la matematica promuove il pensiero logico, la capacità di seguire sequenze logiche e di trarre conclusioni da informazioni date. Allo stesso tempo, incoraggia il pensiero creativo e la ricerca di soluzioni non convenzionali.
  • comprensione del mondo che ci circonda: la matematica è intrinsecamente legata al mondo che ci circonda. Dalle forme e dalle proporzioni degli oggetti alla gestione del tempo e del denaro, i concetti matematici si ritrovano in svariati aspetti della realtà. Imparare la matematica permette ai bambini di comprendere meglio il mondo che li circonda e di interagire con esso in modo più efficace.
  1. Apprendimento divertente e coinvolgente

Rendere l’apprendimento della matematica divertente e coinvolgente è fondamentale per suscitare nei bambini curiosità e passione per la materia. Esistono numerosi modi per raggiungere questo obiettivo:

  • attività ludiche e giochi: incorporare la matematica in giochi e attività divertenti può rendere l’apprendimento più piacevole e motivante per i bambini. Esistono giochi da tavolo, giochi di carte e attività online che possono aiutare i bambini a sviluppare competenze matematiche in modo coinvolgente.
  • sfruttare la quotidianità: la matematica può essere trovata ovunque nella vita quotidiana. Coinvolgere i bambini in attività come cucinare, fare la spesa o misurare le distanze permette loro di applicare concetti matematici in contesti concreti e significativi.
  • utilizzo di strumenti tecnologici: la tecnologia offre una vasta gamma di strumenti e risorse che possono rendere l’apprendimento della matematica più interattivo e coinvolgente. Applicazioni, giochi online e software didattici possono aiutare i bambini a esplorare concetti matematici in modo divertente e motivante.
  1. Equità e inclusione

La Giornata Internazionale della Matematica offre l’opportunità di riflettere sull’importanza di promuovere l’equità e l’inclusione nell’educazione matematica. Tutti i bambini, indipendentemente dal loro retroterra o dalle loro capacità, dovrebbero avere la possibilità di sviluppare competenze matematiche e di godere dei benefici che ne derivano.

In questo senso, è importante:

  • contrastare gli stereotipi di genere: esistono ancora stereotipi che associano la matematica ai maschi e le abilità linguistiche alle femmine. È importante sfidare questi stereotipi e incoraggiare tutti i bambini, indipendentemente dal loro genere, a perseguire il loro interesse per la matematica.
  • supportare i bambini con difficoltà: non tutti i bambini imparano la matematica allo stesso ritmo. È importante identificare precocemente eventuali difficoltà e fornire il supporto adeguato ad aiutare i bambini a superare le loro sfide e raggiungere il loro pieno potenziale.
  • promuovere la diversità di pensiero: la matematica non ha una sola risposta giusta. È importante valorizzare la diversità di pensiero e incoraggiare i bambini a trovare soluzioni creative ai problemi matematici.

In definitiva, la Giornata Internazionale della Matematica, seppur non direttamente collegata alla Giornata Mondiale dei Bambini, offre un’occasione importante per riflettere sul ruolo fondamentale che la matematica riveste nello sviluppo cognitivo, nell’apprendimento e nella vita dei bambini. Promuovendo un approccio all’apprendimento della matematica divertente, coinvolgente e accessibile a tutti, possiamo dare ai bambini gli strumenti e le competenze di cui hanno bisogno per eccellere nel mondo di oggi.”

Come si sarà notato, la risposta di Gemini si è basata su uno sguardo retrospettivo al Pi Greco Day che ricorre il 14 marzo e ad esso ha fatto riferimento per stabilire una possibile connessione con la nuova Giornata del 25 maggio. Da notare anche l’accenno al contrasto degli “stereotipi di genere”: anche le bambine devono essere messe in grado di sviluppare il pensiero matematico, evitando di discriminarle in partenza come se fossero negate a cimentarsi in questo campo in quanto appartengono al genere femminile, un genere che con le donne matematiche ha dato e dà un importante contributo allo sviluppo della disciplina.

Infine, nello stabilire che la matematica può offrire un supporto alla Giornata Mondiale dei Bambini, Monica ha conferito alla sua risposta una certa enfasi, per non dire una sorta di entusiasmo, come risulta dal punto esclamativo alla fine della prima frase:

Monica

“Certamente sì, la matematica può fornire un contributo importante per la Giornata Mondiale dei Bambini! Ecco alcuni modi in cui la matematica può essere utilizzata per supportare questa importante giornata:

  • Analisi statistica: raccogliere e analizzare dati statistici sui problemi che affliggono i bambini nel mondo, come malnutrizione, accesso all’istruzione, lavoro minorile, ecc. Questo può aiutare a comprendere meglio la situazione e a individuare aree prioritarie di intervento.
  • Progettazione di soluzioni: utilizzare modelli matematici e tecniche di ottimizzazione per sviluppare soluzioni efficaci ed efficienti ai problemi dei bambini, come sistemi di distribuzione degli aiuti, reti di assistenza sanitaria, programmi educativi, ecc.
  • Educazione matematica: organizzare attività didattiche e giochi matematici per i bambini, al fine di promuovere l’apprendimento e l’interesse per la matematica fin dalla giovane età. Questo può contribuire allo sviluppo delle loro abilità cognitive e al loro empowerment.
  • Fundraising: applicare tecniche matematiche per la pianificazione finanziaria e il fundraising, al fine di raccogliere fondi per iniziative a favore dei bambini in tutto il mondo.

Quindi, attraverso l’analisi dei dati, la progettazione di soluzioni, l’educazione e il supporto finanziario, la matematica può davvero svolgere un ruolo fondamentale nel migliorare le condizioni di vita dei bambini e nel celebrare degnamente la Giornata mondiale dei bambini.”

Nella rassegna delle risposte è emersa qua e là l’importanza di dialogare e colloquiare con i bambini e le bambine, senza aver timore di metterli a contatto con la matematica, come se questa sia al di fuori della loro portata e si debba attendere che siano cresciuti per impegnarli in questa disciplina: i bambini e le bambine sono naturalmente desiderosi di ottenere risposte ai loro perché e lo sono anche una volta messi in grado di esprimere i loro perché matematici.

Si parta dunque da un approccio diretto, come lo è quello di Papa Francesco nell’incipit del suo messaggio all’infanzia:

“Care bambine e cari bambini!

Si avvicina la vostra prima Giornata Mondiale: sarà a Roma il 25e il 26 maggio prossimo. Per questo ho pensato di mandarvi un messaggio, sono felice che possiate riceverlo e ringrazio tutti coloro che si adopereranno per farvelo avere. Lo rivolgo prima di tutto a ciascuno personalmente, a te, cara bambina, a te, caro bambino […]

Allo stesso tempo questo messaggio lo invio a tutti, perché tutti siete importanti, e perché insieme, vicini e lontani, manifestate il desiderio di ognuno di noi di crescere e rinnovarsi. Ci ricordate che siamo tutti figli e fratelli, e che nessuno può esistere senza qualcuno che lo metta al mondo, né crescere senza avere altri a cui donare amore e da cui ricevere amore […]”

Ovviamente il Papa rivolge il suo saluto ai bambini e alle bambine in chiave religiosa, mentre l’Intelligenza Artificiale può avere dato spunti, se ce ne fosse stato bisogno, per stabilire contatti con bambini e bambine in chiave matematica.

Link per il testo completo del messaggio papale

 

Autore

  • Biagio Scognamiglio

    Biagio Scognamiglio (Messina 1943). Allievo di Salvatore Battaglia e Vittorio Russo. Già docente di Latino e Greco e Italiano e Latino nei Licei, poi Dirigente Superiore per i Servizi Ispettivi del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca. Ha pubblicato fra l’altro L’Ispettore. Problemi di cambiamento e verifica dell’attività educativa.

    Visualizza tutti gli articoli

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0