HomeMatematica e Società

Il concorso “Scienza nelle scuole”.

DIPARTIMENTO PER L'ISTRUZIONE Nota 6 dicembre 2004 - Prot. n. 2381 Oggetto: Concorso "Scienza nelle scuole" E' certamente noto alle SS.LL. che da

DIPARTIMENTO PER L’ISTRUZIONE

Nota 6 dicembre 2004 – Prot. n. 2381

Oggetto: Concorso “Scienza nelle scuole”

E’ certamente noto alle SS.LL. che da qualche tempo va diminuendo nelle Università italiane il numero degli studenti iscritti ai corsi di laurea in chimica, fisica e matematica, nei quali è stata infatti registrata, negli ultimi 15 anni, una flessione di oltre il 50%.
Tale situazione, oltre ad incidere negativamente sullo sviluppo del nostro Paese, non consente all’Italia di far fronte alle esigenze di competitività internazionale nel settore della ricerca scientifica e dell’alta tecnologia.
Varie sono le cause del fenomeno, che rimandano anche alla esigenza di un ripensamento delle modalità della didattica delle discipline scientifiche, di un rafforzamento di tali materie fin dai primi anni di scuola e soprattutto dell’adozione di metodologie aggiornate e coinvolgenti in grado di rendere più attraente l’approccio dei giovani alla matematica, alla fisica e alle scienze.
E’ questo l’obiettivo del Progetto Lauree Scientifiche varato dal MIUR con la collaborazione di Confindustria e della Conferenza nazionale dei presidi delle facoltà scientifiche e tecnologiche.
Il progetto intende infatti dare risposte concrete alla crisi delle vocazioni scientifiche, attraverso un organico piano di formazione, che prevede stage, tirocini e corsi innovativi per i docenti delle scuole secondarie e una serie di progetti mirati all’orientamento degli studenti.
In tale nuovo contesto progettuale si colloca quest’anno la celebrazione della “Settimana nazionale della Cultura Scientifica”, che si svolgerà nel marzo 2005 e alla quale la scuola è chiamata a dare un significativo contributo per la promozione e la diffusione della cultura scientifica tra le giovani generazioni.
In occasione delle celebrazioni della suindicata Settimana nazionale, al fine di promuovere studi e approfondimenti da parte degli studenti su grandi tematiche di carattere scientifico e di stimolarne l’interesse per le grandi conquiste della scienza al servizio dell’uomo, questo Ministero bandisce un concorso sul seguente tema:

“Fenomeni e azioni della vita di tutti i giorni descritti e commentati con la consapevolezza e il metodo di chi abbia assimilato linguaggio, modelli e risultati delle scienze matematiche e fisiche”.

Al concorso possono partecipare singoli studenti e/o gruppi e/o classi di istituti secondario-superiori con lavori individuali o collettivi, che potranno essere realizzati in forma di relazione scientifica, saggio breve, articolo di giornale, intervista o in forma multimediale (video – cd). Potranno essere presentati anche semplici strumenti o apparecchiature costruiti dagli studenti e corredati da relazione che ne illustri il funzionamento e la utilizzazione.
Il concorso, di cui si allega il bando, vuole essere la prima tappa di un percorso che vedrà le scuole protagoniste nel promuovere, nell’ambito degli interventi didattici previsti dal piano dell’offerta formativa, occasioni e momenti di studio e di approfondimento sul potenziale formativo delle discipline scientifiche e sulla necessità di recuperare tutti gli spazi educativi offerti da tale ambito disciplinare.

Saranno pertanto i docenti di discipline matematiche e fisico-chimico-naturalistiche ad impegnare gli allievi in indagini e ricerche, da sviluppare non soltanto ai fini della partecipazione al concorso, ma soprattutto al fine di promuovere, per l’intero corso dell’anno scolastico, uno studio sistematico di tali materie e di farne emergere anche i più significativi aspetti connessi alla quotidianità.
E’ intento dell’Onorevole Ministro dare particolare risalto al succitato concorso, che si concluderà con la convocazione a Roma degli studenti autori degli elaborati migliori e con la cerimonia di consegna, da parte dello stesso Ministro, dei premi e degli attestati di menzione speciale.
Tenuto conto dell’importanza dell’iniziativa, le SS.LL. sono pregate di dare alla stessa la più ampia diffusione tra gli istituti secondario superiori di rispettiva competenza, sensibilizzandoli ad una partecipazione piena e convinta al concorso e a porre in essere tutte le azioni più idonee a garantirne la migliore riuscita.
Le SS.LL. vorranno infine costituire, presso i rispettivi Uffici, un apposito Gruppo di lavoro che possa adeguatamente seguire, orientare e sostenere le scuole che intendano partecipare al concorso, nonché segnalare allo scrivente il nominativo di un referente appartenente al succitato Gruppo di lavoro.

Questo Ministero, dal canto suo, per ogni utile informazione indica i seguenti numeri telefonici: 06/58493985 tel./fax 06/58493951. (IL CAPO DIPARTIMENTO Pasquale CAPO)

BANDO  DI  CONCORSO

1. PREMESSA

In occasione della celebrazione de “La Settimana della Cultura Scientifica”, prevista per marzo 2005, al fine di promuovere studi e approfondimenti da parte degli studenti su grandi tematiche di carattere scientifico e di stimolarne l’interesse per le grandi conquiste della scienza al servizio dell’uomo, questo Ministero bandisce un concorso sul seguente tema:

“Fenomeni e azioni della vita di tutti i giorni descritti e commentati con la consapevolezza e il metodo di chi abbia assimilato linguaggio, modelli e risultati delle scienze matematiche e fisiche”.

Il concorso vuole essere la prima tappa di un percorso che vedrà le scuole protagoniste nel promuovere, nell’ambito degli interventi didattici previsti dal piano dell’offerta formativa, occasioni e momenti di studio e di approfondimento sul potenziale formativo delle discipline scientifiche e sulla necessità di recuperare tutti gli spazi educativi offerti da tale ambito disciplinare.

Saranno pertanto i docenti di discipline matematiche e fisico-chimico-naturalistiche ad impegnare gli allievi in indagini e ricerche, da sviluppare non soltanto ai fini della partecipazione al concorso, ma soprattutto al fine di promuovere, per l’intero corso dell’anno scolastico, uno studio sistematico di tali materie e di farne emergere anche i più significativi aspetti connessi alla quotidianità.

2. FINALITA’ DEL CONCORSO

·   stimolare nei giovani l’interesse per le discipline scientifiche, anche attraverso l’adozione, da parte dei docenti, di una metodologia didattica più aggiornata e coinvolgente;

·   attrarre maggiormente gli studenti verso le lauree a carattere scientifico, per far fronte all’esigenza di competitività internazionale nel settore della ricerca scientifica e dell’alta tecnologia;

·   offrire ai giovani, sotto la guida degli insegnanti, occasioni per un approccio più cordiale alla matematica, alla fisica e alle scienze, mediante la produzione di elaborati meno convenzionali.

3. DESTINATARI

Al concorso possono partecipare singoli studenti e/o gruppi e/o classi di istituti secondario-superiori con lavori individuali o collettivi, che potranno essere realizzati in forma di relazione scientifica, saggio breve, articolo di giornale, intervista o in forma multimediale (video – cd). Potranno essere presentati anche semplici strumenti o apparecchiature costruiti dagli studenti e corredati da relazione che ne illustri il funzionamento e la utilizzazione

4. TEMPI PREVISTI

Entro il 20 febbraio 2005 le scuole partecipanti dovranno far pervenire i propri elaborati alla Direzione Generale Regionale di competenza.

Entro il 20 marzo 2005 il Gruppo di lavoro, costituito dal Direttore Generale Regionale, dovrà selezionare i quattro elaborati migliori (2 per i licei e 2 per gli istituti tecnici, professionali e artistici), che dovranno essere inviati, entro la stessa data, alla Segreteria del Capo Dipartimento dell’Istruzione.

Entro il 10 aprile 2005 la Giuria nazionale, costituita presso il MIUR, selezionerà i quattro elaborati migliori (2 per i licei e 2 per gli istituti tecnici, professionali e artistici) tra quelli pervenuti dalle Direzioni regionali.

5. CRITERI DI VALUTAZIONE

Gli elaborati saranno valutati sulla base dei seguenti criteri di valutazione:  rispondenza alla traccia, coerenza di sviluppo dell’argomento, rigore scientifico, puntualità nella descrizione di fenomeni e fatti scientifici, originalità di impostazione, chiarezza espositiva.

6.  PREMIAZIONE

Le quattro classi e/o gruppi di studenti risultati vincitori, unitamente ad altri autori di elaborati meritevoli di particolare menzione, saranno convocati a Roma, in occasione della celebrazione della “Settimana della Cultura Scientifica”, per ricevere premi ed attestati da parte dello stesso Ministro.

 

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0