Matematica e Fisica, come scegliere l’elaborato e perchè.

HomeDidattica

Matematica e Fisica, come scegliere l’elaborato e perchè.

Come scegliere la traccia per l'elaborato di matematica e fisica e perchè. Ecco le considerazioni dell'insegnante e la sua proposta. L'insegnante è G

Come scegliere la traccia per l’elaborato di matematica e fisica e perchè. Ecco le considerazioni dell’insegnante e la sua proposta.

L’insegnante è Giulia Parisi. Lavora ad Arzachena. Con i suoi allievi di quinta è impegnata sia per la matematica che per la fisica. Alla formulazione della traccia ci ha pensato. Ne ha discusso: con i colleghi, in presenza, a distanza e via internet. E soprattutto con gli allievi. Ha cercato di coinvolgerli nella scelta e stimolarli a questo sprint finale di studio.

L’orientamento che ha maturato è di assegnare una prova tematica sul tipo degli esempi proposti da Matmedia.

L’ha preferita rispetto all’alternativa di proporre più quesiti, con opzioni interne, che le avrebbero consentito di coprire più argomenti e capitoli della matematica e della fisica. Un ventaglio cioè più ampio per l’accertamento dei risultati di apprendimento attesi.

Molto probabilmente con la scelta tematica perderà qualcosa di specifico ( di geometria, di probabilità, di…) ma guadagnerà nella concentrazione degli allievi ad apprendere e a collegare, che è cosa ben più significativa. D’altronde è stato anche detto, nelle Indicazioni Nazionali ad esempio, che, didatticamente, è meglio affrontare meno cose ma più in profondità. In altre parole, per accendere il fuoco dell’apprendimento, specie matematico, non è importante il tipo di scintilla. E anche questa dell’elaborato è un’occasione che non va sprecata come ha già detto Luigi Taddeo.

Ecco allora la traccia definita, a meno di qualche altro ritocco finale:

Proposta per l’elaborato di matematica e fisica.

L’elaborato svolto va riconsegnato per posta elettronica entro il 13 giugno 2020 a:—————-.

Tema: La derivata

  1. Enunciare la definizione di derivata di una funzione e spiegarne il significato geometrico.
  2. Calcolare, applicando la definizione, le derivate di f(x) = …[ y=√x,  y=cosx,  y=ex…..questi esercizi sono personalizzati, diversi per gruppi di alunni]
  3. La funzione V(x)=4/3πx3 dà per tutti gli x reali, x>0, il volume della sfera di raggio x. Spiegare, rifacendosi alla definizione di derivata, perché V’(x)=4πx2 rappresenti la superficie della sfera. Dare esempi analoghi rispetto ad altri solidi e figure piane.
  4. Mostrare il legame tra i teoremi di Lagrange e di Rolle. Formulare un problema la cui soluzione coinvolga l’uno o l’altro dei teoremi e illustrarne il procedimento risolutivo.
  5. Perchè la funzione derivata è così fondamentale nella descrizione di quanto avviene nella realtà e nella Natura?
  6. Nell’ambito tematico di uno dei capitoli della fisica studiati nel corrente anno scolastico, presentare e risolvere un problema che comporti l’applicazione delle funzioni derivate.
  7. Illustrare brevemente il percorso storico che ha condotto alla nozione di derivata di una funzione con particolare riguardo ai diversi approcci di Leibniz e di Newton.
  8. Analizzare e commentare il seguente brano tratto da: [i brani, sull’esempio delle prove tematiche Matmedia, riguardano la derivata, hanno natura interdisciplinare e sono proposti per gruppi di allievi.]

COMMENTS

WORDPRESS: 0
DISQUS: 0